Taglia la gola alla moglie, poi si impicca: omicidio-suicidio ad Agrigento

Taglia la gola alla moglie, poi si impicca: omicidio-suicidio ad Agrigento. È il figlio a chiamare gli agenti di polizia dopo la drammatica scoperta

Taglia la gola alla moglie
Auto Polizia (Canva) – GRAZIAMAGAZINE.IT

In queste ultime settimane non è il primo caso di omicidio-suicidio che si registra nel nostro paese: siamo ad Agrigento, nel quartiere di periferia Fontanelle. Ritrovati senza vita all’interno della loro abitazione una coppia del posto. Lei 45 anni con la gola tagliata, lui 47 enne impiccato poco dopo. È stato il figlio ad allertare gli agenti di polizia dopo essere rientrato in casa e aver constatato l’amara verità.

Attualmente sono in corso le indagini da parte delle forze dell’ordine e secondo una prima ricostruzione è emerso che l’uomo soffrisse di una forte depressione, causata dal licenziamento sul lavoro. In casa non mancavano problemi all’interno della coppia, dovuti principalmente alle spese familiari. Da diversi mesi, infatti, non si respirava un’aria di serenità. Allarmato dalla non risposta dei suoi genitori, è stato il ragazzo a contattare immediatamente la polizia.

Omicidio-suicidio ad Agrigento: uomo taglia la gola alla moglie per poi impiccarsi

Tragedia ad Agrigento
Auto Polizia (Canva) – GRAZIAMAGAZINE.IT

Ancora sotto choc la comunità di Fontanelle ad Agrigento, dove sono stati ritrovati senza vita i corpi di Ilenia Bonanno e Daniele Gallo Cassarino – rispettivamente 45 e 47 anni. Aperta l’indagine da parte della squadra mobile di Agrigento e dopo una prima ricostruzione e un primo controllo non risultano esserci state richieste precedenti di intervento all’interno del domicilio. Come si accennava in precedenza, la donna presenta una ferita di arma da taglio alla gola, mentre l’uomo si è tolto la vita impiccandosi.

Predisposto l’esame autoptico su entrambi i corpi, in quanto il procuratore di Agrigento vuole considerare tutte le ipotesi e non solo quella inerente alla dinamica dell’omicidio e successivamente del suicidio. Un possibile motivo che ha portato al folle gesto potrebbe essere un litigio tra i due coniugi. Il clima in casa non era particolarmente sereno a causa dei problemi economici e della difficoltà ad affrontare le spese di tutti i giorni: lei dipendente di un negozio di telefoni, lui licenziato da una ditta che si occupa di rifiuti.

Un passato, quello di Daniele Gallo Cassarino caratterizzato anche dalla depressione. Ogni dettaglio sarà fondamentale per ricostruire quanto accaduto e determinare la dinamica dei fatti. La coppia lascia due figli adolescenti: tanto lo sconcerto da parte del quartiere di Fontanelle e tanta la preoccupazione per i due ragazzi. A fare la tragica scoperta il giovane quindicenne che ha chiamato immediatamente la polizia.

Predisposto l'esame autoptico
Scena del crimine (Canva) – GRAZIAMAGAZINE.IT

Bisognerà dunque attendere l’esito dell’esame autoptico che chiarirà definitivamente quanto accaduto all’interno dell’abitazione della famiglia Cassarino.

Impostazioni privacy