Vacanza da incubo, prenota stanza su Airbnb ma c’era solo un bagno con il letto dentro

Vacanza da incubo, prenota stanza su Airbnb ma c’era solo un bagno con il letto dentro. Amara scoperta per il professore americano

Vacanza da incubo
Prenotazione albergo (Canva) – GRAZIAMAGAZINE.IT

Un vecchio detto recita che “fidarsi è bene, ma non fidarsi è meglio”! Questo è proprio quanto accaduto ad un professore universitario di Berkeley in California che ha condiviso sui suoi profili social la fotografia della stanza presa su Airbnb. A sua discolpa ammette di non aver controllato dettagliatamente le recensioni della camera, ma non avrebbe mai immaginato di trovarsi davanti la situazione che gli si è parata.

Dopo un lungo viaggio ciò che si desidera maggiormente è concedersi una doccia e rilassarsi qualche minuto sul letto. Solitamente anche in due ambienti distinti e separati, ma questo non è successo a David Holtz il quale ha fatto davvero un’amara scoperta: camera da letto e bagno si trovavano esattamente nello stesso spazio. Uno scenario del genere non si era mai prospettato davanti ai suoi occhi. Ma andiamo per gradi e raccontiamo tutta la sua storia.

Professore prenota una stanza su Airbnb: scopre esserci solo un bagno con il letto

Vacanza disastrosa su Airbnb
Airbnb (Canva) – GRAZIAMAGAZINE.IT

Il professore americano, dipendente presso l’Università di Berkeley in California, aveva prenotato una camera attraverso la piattaforma Airbnb. E fin qui niente di strano: una procedura all’ordine del giorno. E solo dopo aver preso possesso della sua stanza che si è reso conto che camera da letto e bagno erano esattamente la stessa cosa. Non ha potuto fare a meno di condividere tutto su Twitter ottenendo all’incirca 12 milioni di visualizzazioni.

Come si menzionava in precedenza, il professore ha ammesso di non aver letto le recensioni, o meglio di non averne trovate. Probabilmente la fretta, probabilmente la disattenzione, ma ha preferito continuare con la prenotazione senza desistere. Solo nel momento in cui ha messo piede a Londra, all’interno della struttura, si è reso conto del disastro: il suo appartamento era composto da un bagno all’interno di una stanza.

Tempestiva la segnalazione e le lamentele con Airbnb che prenderà in carico la questione e fornirà quanto prima una risposta. Ad oggi sembrerebbe, infatti, che il professore si sia rivolto ripetutamente all’assistenza clienti senza aver trovato ancora alcun tipo di riscontro. Tanta la solidarietà da parte degli utenti di Twitter che hanno lamentato più o meno lo stesso problema: tante le camere su Airbnb che non rispettano le linee guida e la politica aziendale.

Amara scoperta a Londra
Prenotazione (Canva) – GRAZIAMAGAZINE.IT

Occorrerà attendere i prossimi sviluppi e capire se il professore sarà o meno risarcito del suo viaggio.

Impostazioni privacy