Vacanza in Catalogna, cosa fare a Barcellona nell’estate 2023

Vacanza in Catalogna, ecco cosa fare a Barcellona nell’estate 2023: tappe imperdibili per il tuo viaggio. Tutti gli incredibili particolari 

Vacanza in Catalogna
Barcellona, cartina (Canva) – GRAZIAMAGAZINE.IT

La Catalogna, situata nella parte nord della Spagna, attira anno dopo anno migliaia di turisti provenienti da ogni dove. Una delle regioni più popolate, una lunghissima tradizione storica. In modo particolare mi riferisco a Barcellona, capitale europea davvero molto gettonata. Famosa non solo per la sua architettura (vedi la Sagrada Familia), per i musei, per la movida e ovviamente per la cucina straordinaria.

Previsto anche per questo 2023 un boom di turisti, ragion per cui se anche tu hai organizzato le tue vacanze in Spagna, vogliamo fornirti qualche dritta utile e soprattutto una guida con alcune attrazioni da non perdere. Stai per imbatterti in una terra dove potrai godere non solo di relax e divertimento, ma per tutti gli amanti del mare ci sono calette straordinarie e siti storici e culturali di grandissimo livello internazionale.

Catalogna, vacanza alla volta di Barcellona: cosa fare durante questa estate 2023

Estate 2023 a Barcellona
Barcellona, di notte (Canva) – GRAZIAMAGAZINE.IT

Come stavamo accennando in precedenza, scegliere Barcellona come metà delle proprie vacanze vuol dire non solo godere delle bellezze indiscusse della città, ma anche di 600 km di costa e di mare mozzafiato. Lunghe distese di sabbia dorata, dove si stagliano piccole macchie verdi in cui inebriarsi con il profumo dei pini marittimi. E ancora, la possibilità di effettuare gite in barca alla scoperta delle calette più segrete come Cala de Sa Futadera, a Tossa de Mar.

Poc’anzi sottolineavamo che la Catalogna è una regione particolarmente ricca di storia e mi riferisco ovviamente alla dominazione dell’impero romano. Ragion per cui merita una visita la città di Terragona, dove i resti di Roma sono ancora ben evidenti. Tanto è vero che è possibile visitare il parco archeologico e ovviamente l’anfiteatro romano che allora era in grado di ospitare circa 15.000 persone. L’affaccio sul mare al tramonto è davvero mozzafiato.

Parlare di questa terra così ricca vuol dire anche parlare della tradizione culinaria: la costa offre una grande varietà di ristoranti gourmet, così come di piccole locande e di Chiringhitos. Ovviamente il piatto forte è la zuppa di pesce (a base di baccalà) accompagnata da un buon vino del posto. Subito dopo aver consumato un ottimo pasto non puoi perderti la bellezza del Delta del fiume Ebro, dove vengono organizzate tante giornate all’insegna del birdwatching.

Terragona
Anfiteatro di Terragona (Canva) – GRAZIAMAGAZINE.IT

Insomma, non ti resta che preparare la valigia e partire alla scoperta della Catalogna: terra viva, pregna di arte, cultura e tradizione.

Impostazioni privacy