Tre idee per gelati sani e vegani: le ricette

Salutari e buonissimi, ecco tre gelati vegani che possono incontrare il gusto di tutti. Si preparano facilmente, ecco le ricette.

3 gelati vegani
Gelato al melone senza gelatiera (Adobestock) GRAZIAMAGAZINE.IT

Non solo sano, ma anche sfizioso: è quel che si vuole dal gelato e in effetti è la combinazione giusta che conquista il palato di tutti a tutte le età.

Il gelato non conosce stagione, ha il suo fascino tutto l’anno e i veri amanti di questo prodotto non si fermano all’estate per gustarlo.

I classici gusti ultimamente hanno lasciato spazio a sapori diversi e più nuovi dove la freschezza ha molta importanza e soprattutto la leggerezza. 

Ecco allora 3 ricette di gelati vegani, che rientrano quindi in questo determinato stile alimentare, ma che possono incontrare il favore di chiunque, provare per credere!

Si tratta di gelati alla frutta, ma con un’unione di ingredienti ideata per creare qualcosa di speciale, oltre ad una ricetta con un tocco orientale molto interessante.

I 3 gelati vegani sani e deliziosi che conquistano tutti

3 gelati vegani
Gelato mirtilli e banane (Canva) GRAZIAMAGAZINE.IT

Si tratta del gelato al melone, di quello ai gusti di banana e mirtilli e un nuovo e particolare gelato al tè matcha. 

Per realizzare questi gelati non occorre avere la gelatiera, basta munirsi di un frullatore. Il procedimento prevede di congelare precedentemente gli ingredienti e sfruttando così le basse temperature l’azione delle lame andrà a creare la cremosità tipica del gelato.

Scopriamo allora le ricette nel dettaglio. Il gelato al melone va preparato tagliando a pezzettini il melone, dopo averlo ovviamente sbucciato e facendolo congelare per almeno 4 ore. 

Come altro ingrediente serve solo il latte di soia che dovrà essere anch’esso congelato. Quindi unire entrambi e frullare: il gelato è subito pronto per essere gustato.

Per quanto riguarda il gelato al gusto di mirtilli e banana il procedimento è pressoché lo stesso. Prima bisogna congelare la frutta e poi, in questo caso è consigliato toglierla dal freezer circa 5 – 10 minuti prima di inserirla nel mixer.

Unire a filo il latte di soia e frullare. Come arricchimento si può aggiungere un po’ di cocco rapè che regala un tocco in più.

Buonissimo e originale è poi il gelato al tè matcha. Si fa così: innanzitutto bisogna congelare delle banane che fanno da base alla crema che si formerà.

Al momento di frullare aggiungere qualche cucchiaino di tè matcha (la quantità varia anche secondo il grado di intensità dell’aroma che si vuole ottenere).

Per dolcificare ulteriormente, anche se la banana ha già un buona dolcezza, si aggiunge un cucchiaino di sciroppo d’acero o di miele. 

Non rimane che frullare il tutto e avere così un delizioso gelato da gustare cucchiaino dopo cucchiaino.

3 gelati vegani
Gelato vegano al tè matcha (Canva) GRAZIAMAGAZINE.IT

C’è chi ama tanto il gelato da volerlo mangiare come pranzo: i nutrizionisti consigliano sempre l’equilibrio e ci sono pareri discordanti in merito.

Impostazioni privacy