Surf, i benefici dello sport estivo per eccellenza: addominali da urlo

Il surf fa bene al corpo e alla mente. Parola di surfiste professioniste che raccontano la loro esperienza nell’ambito del progetto Women of the Wave.

women of the wave
Surfista che entra in mare (Canva) GRAZIA MAGAZINE.IT

Qui da noi non è molto praticato, complice anche il fatto che c’è bisogno di onde alte che generalmente nel Mediterraneo non si formano, ma il surf sembra essere un sport che, per quanto duro e difficile, apporta anche tanti benefici fisici al corpo ma soprattutto alla salute mentale.

A promuoverlo in questo periodo sono soprattutto le due surfiste professioniste Charlotte van Berkum e Violeta Sanchez che hanno fatto del passionale richiamo per l’Oceano, un vero e proprio mestiere oltre che un alleato prezioso per la salute fisica e mentale. Attualmente le due atlete sono impegnate a promuovere con il progetto O’ Neil, Women for Wave questo sport che risulta essere ancora maschio-centrico.

I benefici del surf, lo sport che non ti aspetti

pagaiare
Pagaiare a mano sulla tavola da surf (Canva) – GRAZIA MAGAZINE.IT

Il surf è uno sport faticosissimo che coinvolge, come si può ben intuire, tutti i muscoli del corpo; a partire dagli addominali che sono costantemente e per lungo tempo in tensione visto che sono chiamati a tenere il corpo in equilibrio aerodinamico sulla tavola. Il che aggiunto alla giusta alimentazione può portare gli addominali ad avere la fantomatica tartaruga.

Ma oltre alla posizione eretta, il surfing è fatto anche da una posizione distesa sulla tavola che è poi quella che posta l’atleta in mare aperto in cerca dell’onda perfetta; in questa fase di pagaiata ad essere stimolati sono soprattutto gli arti sia quelli superiori che quelli inferiori.

Oltre ai benefici fisici ci sono poi quelli mentali; surfare è faticoso e richiedete una certa concentrazione altrimenti è impossibile portare a termine l’onda scelta. Non dimentichiamoci poi che siamo in pieno oceano e questo a volte può comportare dei pericoli. Insomma bisognare stare lì con la testa al 100% non solo con il corpo.

surfista donna
Surfista in attesa dell’onda (Cnava) -GRAZIA MAGAZINE.IT

Questo implica il fatto che surfare permette di liberare la mente e quindi di mettere da parte tutti i problemi che si possono avere e dover affrontare sulla terra ferma. In mezzo a quelle onde si affina il senso di sopravvivenza, perché il mare è sempre imprevedibile e non bisogna mai darlo per scontato, può capitare di avere paura ma bisogna saperla controllare il che ci spinge di conseguenza a controllare anche la nostra ansia.

Impostazioni privacy