Ritenzione idrica? La lista dei cibi da evitare (e quelli di cui fare scorta)

Soffrite di ritenzione idrica? Ecco la lista dei cibi che dovete assolutamente evitare, ma anche quelli che saranno vostri alleati.

ritenzione idrica cause
Le gambe gonfie sono un sintomo di ritenzione idrica (Canva) GRAZIA MAGAZINE.IT

Quando parliamo di ritenzione idrica facciamo riferimento a quel fenomeno per cui i fluidi non sono correttamente rimossi dai tessuti. Si tratta, in altre parole, di un accumulo di liquidi che non vengono espulsi in maniera corretta e che può riguardare tutto l’organismo in un disturbo definito generalizzato o manifestarsi in alcuni punti specifici, in quel caso si parla di ritenzione idrica localizzata.

Tante le cause possibili: il caldo, il ciclo mestruale, le gravidanze ma anche una non corretta alimentazione o l’assunzione di alcuni farmaci, così come un’insufficienza venosa cronica. Il rimedio migliore contro la ritenzione idrica è l’individuazione della causa, proprio perché può essere il sintomo di altra patologia su cui si dovrà intervenire, in ogni caso ci sono alcune buone pratiche che non possono far altro che aiutare come l’attività fisica e la giusta alimentazione. Vediamo allora quali cibi evitare e quali invece possiamo consumare tranquillamente.

Cosa mangiare cosa no se si soffre di ritenzione idrica

formaggi e salumi
Formaggi e salumi sono sconsigliati (Canva) GRAZIA MAGAZINE.IT

In cima alla lista de cibi da non consumare se si soffre di ritenzione idrica troviamo senza dubbio formaggi, insaccati e salumi, questo perché sono essenzialmente composti di grassi che andrebbero a peggiorare la situazione. A questi seguono: dolciumi e zucchero, quindi bevande zuccherate, ma anche carne rossa, bevande alcoliche e cibi in scatola.

Al di là del cibo per migliorare la situazione sarebbero da evitare anche il fumo, i tacchi troppo alti nel caso delle donne, l’eliminazione totale del sale, lo stress e il poco riposo così come lo stare per troppo tempo in piedi.

Nella lista dei cibi alleati e che possiamo, quindi, consumare con tranquillità troviamo invece frutta e verdura e in particolare: frutti rossi, kiwi, ananas, melone e banane, ma anche asparagi, carciofi, cetrioli e finocchi. Sì anche a uova e legumi, cereali integrali bevande come tè verde e tisane al tarassaco o centella asiatica. Non devono poi mancare proteine come carne bianca e pesce.

fruttii rossi
Frutta rossa (Canva) GRAZIA MAGAZINE.IT

Ricordiamoci poi delle buone pratiche, come si anticipava prima, e quindi sport anche la sola camminata o fare le scale a piedi aiutano, e poi bere molto e, nel caso di gambe gonfie, getti di acqua ghiacciata sulle gambe o alzarle al muro per 10 minuti.

Impostazioni privacy