Quattro luoghi da non perdere se ami l’acqua: ideali per camminate e picnic

Quattro luoghi mozzafiato da non perdere assolutamente se ami l’acqua: ideali per camminate e picnic! Scopri quali

Umbria, quattro luoghi da non perdere
Clitunno (Canva) – GRAZIAMAGAZINE.IT

L’Umbria è una delle regioni più amate dai turisti perché ricca di storia, cultura e meraviglie paesaggistiche. Oltre alle città di Assisi, Perugia, Orvieto e Gubbio – giusto per citarne alcune – bisogna porre l’accento su delle mete un po’ meno conosciute, ma al tempo stesso di una straordinaria bellezza. Specialmente per gli amanti delle passeggiate all’aria aperta, dei picnic sul lago. Iniziamo questa rassegna con le fonti del Clitunno, famose per le sorgenti di acqua limpida.

Cantate anche da saggi poeti, sembra di entrare in uno straordinario dipinto. Il 2011 ne vede l’inserimento all’interno della lista dei patrimoni dell’UNESCO: potrai perderti tra la bellezza degli oliveti e dei cipressi con un costo d’ingresso di appena tre euro a persona. C’è un però, all’interno del posto non è possibile consumare cibo onde evitare l’accumulo di rifiuti. Ad oggi può essere considerata una delle più belle attrazioni che la regione Umbria offre.

Quattro luoghi da raggiungere per gli amanti dei picnic e delle passeggiate vicino l’acqua 

Rasiglia, bellezza umbra
Rasiglia (Canva) – GRAZIAMAGAZINE.IT

Continuiamo questa rassegna con un borgo che si porta dietro l’appellativo di piccola Venezia: stiamo parlando di Rasiglia. Suggestiva e caratteristica, colpisce i turisti in modo particolare per quel suo carattere medievale così ben evidente. Entrare all’interno del comune significa farsi circondare dalla natura, dal paesaggio così come nelle case in pietra, dai piccoli viottoli che si snodano lungo tutta la cittadina. Un vero e proprio tuffo nel passato, oltre alla presenza di cascate e sentieri dove poter consumare un lauto picnic.

Un’altra famosa attrazione turistica umbra sono le Cascate delle Marmore, considerate tra le più belle in tutta Europa. Distano all’incirca 7 km da Terni e la loro storia è legata agli antichi romani che le hanno create in maniera artificiale nel lontanissimo 271 a.c. Uno scenario a dir poco mozzafiato, un’acqua ghiacciata e cristallina. Luogo ideale per vivere un’esperienza più unica che rara: passeggiare tra i sentieri con il sottofondo dell’acqua che cade prepotentemente sulle rocce. Vi è un costo d’ingresso di 10 € e diverse strutture come bar e aree sosta.

In ultimo, ma non per importanza, la Mole di Narni: suggestiva struttura medievale che si trova proprio nel cuore della città. Parliamo, infatti, di un ponte che è stato fortificato e che collega i due angoli della cittadina. Anche in questo caso occorre fare un salto indietro nel tempo e ricongiungerci con i nostri avi del XIII secolo. La città allora era fortificata ed aveva un compito cruciale per la protezione della regione. Il ponte, oggi, è un simbolo di maestosità – dove è possibile godere delle sue meraviglie e di qualche ora di relax all’aria aperta.

Una gita alle cascate delle Marmore
Cascate delle Marmore (Canva) – GRAZIAMAGAZINE.IT

Non ti resta, dunque, che scegliere la tua meta ideale: l’Umbria si riconferma essere una garanzia per le tue vacanze!

Impostazioni privacy