Ponza sold out per il ponte di San Pietro e Paolo: cosa fare nell’isola laziale

Quando i ponti festivi cadono nel periodo estivo, non c’è niente di meglio che sbarcare su un’isola e lasciarsi coccolare dal mare e dalle sue attrattive. Anche quest’anno, Ponza occupa la pole position dei luoghi più visitati.

Ponte san pietro e paolo
Tour dell’isola di Ponza per il ponte del 29 giugno (Canva) – GRAZIAMAGAZINE.IT

Situata di fronte al Golfo di Gaeta e raggiungibile anche in traghetto da San Felice Circeo, l’isola di Ponza rappresenta una vera e propria perla non soltanto per i romani ma per tutto il nostro Paese. In particolar modo nel periodo del ponte di San Pietro e Paolo, i due patroni di Roma, Ponza viene presa d’assalto soprattutto se a giocare a suo favore interviene il bel tempo e le temperature calde. Anche quest’anno il 29 giugno, giornata della celebrazione, vede arrivare migliaia di turisti nell’isola ormai sold out.

Alberghi, ristoranti, spiagge, tutto è ormai stracolmo ed è introvabile anche un solo posto libero. Del resto, la bellezza di Ponza è stata decantata da molti poeti tra cui Eugenio Montale e da molti registi che l’hanno scelta come scenario per le loro pellicole, come Fellini: basta soffermarsi anche solo a ricercare le sue attrattive per capire i motivi del pienone. Chiamato anche ponte di Roma Nord, il ponte del 29 giugno ha infatti una valenza tradizionale in quanto i cittadini della cosiddetta “Roma bene” hanno reso un must recarsi sull’isola calamitando anche molti personaggi famosi. Anche se questo ponte 2023 è già sold out, gli itinerari e le meraviglie da vedere e scoprire non finiscono mai: ecco dunque cosa visitare a Ponza.

Tutte le attrattive dell’isola di Ponza: ecco quali sono

spiagge sabbia
Dal porto alle spiagge: l’itinerario dell’isola (Canva) – GRAZIAAMAGAZINE.IT

Quando si parla di isola, viene spontaneo pensare che la sua bellezza sia data dal mare, e Ponza in questo non si smentisce. Circondata dal Mar Tirreno i suoi fondali sono tra i più belli d’Italia e il suo colore blu intenso si sposa perfettamente con il calore dei raggi del sole, in particolare in questo periodo dell’anno. Visitabile facilmente sia a piedi che con barche e taxi boat, Ponza offre numerose spiagge in cui potersi bagnare. Le più belle e famose sono Bagno Vecchio, una spiaggia bianca costituita da sassi e ghiaia dove si trovano i resti della Necropoli romana e raggiungibile via mare, Cala Feola, l’unica spiaggia di sabbia dell’isola che affaccia sulle piscine naturali, e lo scoglio della Tartaruga entrambe raggiungibili a piedi.

Delle piscine naturali solo una è aperta sul mare, mentre le altre due sono completamente chiuse dalle rocce. In questa zona si trova anche Cala del Core, chiamata così perché il magma dal tipico colore rosso assume la forma di un cuore, e Cala Felce. Ma se si è alla ricerca di un posto suggestivo Chiaia di Luna è il luogo giusto, non più raggiungibile a piedi come un tempo ma le sue terrazze offrono una vista pazzesca. Per fare un bell’itinerario via terra, il porto è il posto da cui cominciare proseguendo fino al centro storico dove i colori pastello delle abitazioni, i ristoranti e i locali dove comprare souvenir rendono l’atmosfera davvero suggestiva.

Mentre se si sceglie di noleggiare delle navette o barche via mare, è possibile fare il tour delle famose grotte di Ponza come la Grotta di Pilato; la Grotta di Ulisse, i Faraglioni e Punta del Fieno. Se si vuole esplorare l’isola anche nelle sue zone più selvagge il tour in barca, o anche un’escursione in giornata, sono le modalità più consigliate per riuscire a vederla a tutto tondo. Ma anche passeggiare per i giardini botanici o visitare la Chiesa dei Santi Silverio e Domitilla e il Museo del Santa Lucia. Altrimenti la spiaggia del Frontone è una bella alternativa, soprattutto per chi è amante della movida con aperitivi e musica da ballare. Così come non mancano i locali food dove potersi rilassare e godersi il panorama.

come si chiamano i faraglioni di ponza
Faraglioni e grotte: l’attrattiva di Ponza (Canva) – GRAZIAMAGAZINE.IT

Di certo visitare l’isola di Ponza in un giorno non basta per respirare a pieno le bellezze che ha da offrire, ma anche un solo assaggio basta per rendersi conto della sua magia. Se meraviglia è la parola d’ordine, prenotare in largo anticipo è quella che fa la differenza!

Impostazioni privacy