Oltre quale limite si muore di caldo? La temperatura massima che il corpo riesce a sopportare

Si muore dal caldo, letteralmente. Stiamo vivendo la settimana più calda di sempre, ma il nostro corpo fino a quali temperature può sopportare?

colpo di calore
Il limite di caldo che può sopportare il corpo (Canva) GRAZIA MAGAZINE.IT

Quante volte abbiamo detto, in riferimento alle temperature troppo alte, che “si muore dal caldo” e in realtà questa non è più soltanto, purtroppo, una battuta. Si muovere realmente dal caldo, stando ai dati, l’Italia è stato il paese che lo scorso anno ha avuto più vittime dovute ai colpi di calore e vista l’estate rovente che stiamo vivendo, la storia è destinata a ripetersi.

La scorsa estate furono 61mila i morti in Europa a causa del caldo, di questi 18mila nel nostro Paese, ma come si fa a morire di caldo o meglio fino a che punto il nostro organismo può resistere alle temperature esterne? Perché il punto per la sopravvivenza estiva ormai è diventato questo e i classici consigli che puntualmente sentiamo ripetere a cantilena in questo periodo -non uscire nelle ore più calde, bere tanta acqua e mangiare frutta e verdura e meno grassi- sono destinati ad essere una goccia inutile in un mare che si fa sempre più alto.

Qual è il limite del nostro corpo per sopportare il caldo

il mare verde di napoli
Napoli, il mare del golfo si è “dipinto” di verde (Instagram) GRAZIA MAGAZINE.IT

Siamo nel mezzo di una crisi climatica devastante che è ormai sotto occhi di tutti. A risentirne in vario modo è tutto il territorio; in Italia si mostrano sempre più spesso eventi estremi che causano morte e distruzione, come le inondazioni che hanno colpito l’Emilia Romagna lo scorso Maggio.

Ma anche i mari ne risentono, non solo si stanno alzando, ma è aumentata anche la loro temperatura e l’ultimo esempio ci è stato dato proprio qualche giorno fa dal mare verde nel golfo di Napoli. Un’immensa chiazza verdognola che, come confermano le analisi dell’Arpac, è dovuta dalla bolla africana ovvero l’ondata di calore che ha fatto aumentare a dismisura anche la temperatura superficiale delle acqua portando alla proliferazione di fitoplancton.

Di fronte a questi cambiamenti noi esseri umani non siamo certo immuni e il nostro organismo ha un punto limite di sopportazione. Nello specifico, il caldo estremo determina vasodilatazione che porta ad una riduzione della pressione il che, a sua volta, spinge il cuore a lavorare di più per mantenere in equilibrio i parametri vitali. Se il nostro organismo, inoltre, non riesce a man tenere la temperatura interna intorno ai 37° e arriva e supera i 42° si troverebbe a non avere più quei processi enzimatici e biochimici indispensabili per la vita.

caldo e pressione
Stare male per il caldo (Canva) GRAZIA MAGAZINE.IT

In linea di massima, il limite di sopportazione è determinato da una serie variabile di fattori: l’esposizione al sole, il tasso di umidità e anche la presenza di patologie preesistenti. Certo ad essere più esposti a rischi gravi sono le persone anziane e i più fragili, ma nessuno è veramente immune.

Impostazioni privacy