Olio di ricino contro la pelle screpolata: i passaggi per usarlo al meglio

L’olio di ricino è uno dei prodotti più utilizzati sia nel settore alimentare che in cosmetica: puoi usarlo anche come rimedio naturale.

olio di ricino idratante
Come applicare l’olio di ricino sulla pelle secca (Canva) – GRAZIAMAGAZINE.IT

Ottenuto dalla pianta di ricino, l’olio di ricino ha un’infinita gamma di proprietà che permettono a questo ingrediente di essere versatile. Utilizzato nel settore alimentare in molti cibi, l’olio di ricino tra le sue tante azioni ha anche quella di fungere da lassativo. Ma la sua qualità principale è quella di idratante e nutriente, andando ad agire molto efficacemente sulla pelle e in generale per la cura del corpo.

La sua caratteristica principale è quella di trattenere l’acqua sul tessuto cutaneo, dando un costante senso di idratazione. L’olio di ricino, infatti, può anche essere applicato come impacco sui capelli per accelerare la loro crescita, in quanto ha un’azione ricostituente e rinforzante. Così come è adatto per la crescita di peli in generale, come ad esempio le ciglia. Utilizzare l’olio di ricino sulle ciglia può renderle più voluminose, basta applicarlo la sera prima di andare a dormire e la cura darà subito i suoi risultati. Ma la sua azione idratante è adatta soprattutto per la pelle screpolata. Vediamo come fare per usarlo al meglio delle sue potenzialità.

Pelle idratata e liscia in dieci minuti: come fare con l’olio di ricino

olio ricino crescita ciglia
La proprietà idratante dell’olio di ricino: come usarlo (Canva) – GRAZIAMAGAZINE.IT

Le sue alte proprietà idratanti, rinforzanti e ristrutturanti rendono l’olio di ricino particolarmente indicato anche per la cura delle pelle screpolata, o comunque poco idratata. Che sia per natura o perché poco nutrita, la pelle secca può donare spesso un effetto spiacevole soprattutto se si tratta del viso o delle labbra. Ma a farci agire è anche la sensazione di disagio o fastidio che la pelle screpolata può portare, così come il dolore e il prurito. Per questo un prodotto ad alta idratazione può subito darci subito sollievo, soprattutto se effettuiamo la sua applicazione costantemente.

E’ il caso dell’olio di ricino, che in pochi passaggi può davvero fare miracoli. E’ bene sapere però che l’olio di ricino non va mai applicato da solo, ma è sempre preferibile mescolarlo insieme ad altri oli. La sua consistenza molto densa rende difficile poterlo usare in maniera assoluta, in qualunque delle sue applicazioni. Per questo altri oli come olio di mandorla, jojoba o anche l’olio di oliva possono risultare gli ingredienti più indicati per aiutare a renderlo più malleabile. Nel caso della pelle screpolata, ad esempio, qualche goccia di olio di ricino miscelata all’olio di oliva è la soluzione più indicata.

L’olio di oliva, anch’esso molto nutriente e ricco di grassi sani, insieme all’azione idratante dell’olio di ricino può avere un doppio effetto curativo. Basta munirsi di una piccola ciotola e mettere all’interno qualche goccia di olio di ricino e un cucchiaino di olio di oliva. Non servono ausili particolari per passarlo sulla parte interessata ma solo le mani: una volta raccolto il composto, risulterà comodo passarlo sul viso o sulle labbra. Dopo dieci minuti lasciato in posa, si può passare a sciacquare il viso e l’effetto sarà subito visibile.

olio di ricino olio di oliva
L’olio di ricino non va mai applicato da solo: ecco come fare (Canva) – GRAZIAMAGAZINE.IT

Questa soluzione è adatta in ogni momento in cui ne sentiamo l’esigenza, ma è particolarmente indicata in inverno quando il freddo porta a far screpolare la pelle, o anche in estate quando le labbra risultano secche a causa del caldo o della poca idratazione.