Equinozio d’autunno, quest’anno arriva davvero tardi

Probabilmente è uno dei quesiti più interessanti e particolari a cui dare risposta: perché tutte le altre stagioni entrano il 21 di ogni mese, mentre l’autunno, no? 

L'autunno non è mai puntuale
Autunno (Foto Adobe)-GRAZIA MAGAZINE.IT

Tra qualche giorno, anche l’estate, la bella stagione, ci saluterà per far posto all’autunno, quello in cui le foglie degli alberi, cominceranno ad ingiallirsi, le temperature caleranno, ed anche le giornate tenderanno a diventare più corte.

Ma in questo periodo, sembra effettivamente ancora estate: al sud le giornate sono ancora calde: c’è chi infatti avendo un po’ di tempo libero le trascorre in spiaggia o al mare, per approfittare degli ultimi scampoli della bella stagione. Ma parte spontanea una domanda: perché l’equinozio di autunno, rispetto alle altre stagioni, arriva in ritardo o comunque in maniera non regolare?

Il ritardo dell’autunno

L'autunno non è mai puntuale
Autunno astronomico-(Foto Instagram)-GRAZIA MAGAZINE.IT

L’arrivo dell’equinozio d’autunno è circoscritto in un periodo che va dal 20 al 24 di settembre, e la parola proviene dal latino aequa nox, in sostanza con questo termine si intende che per 2 volte all’anno, ovvero allinizio della primavera e appunto dell’autunno, le ore di luce equivalgono a quelle del buio.

L’equinozio non ha una data precisa, perché non corrisponde all’anno siderale, ossia il tempo che il pianeta Terra impiega per compiere il giro completo intorno al Sole (365 giorni). L’equinozio è un po’ più lento, impiega 4 ore in più, per sostituire definitivamente l’estate. Questo tempo verrà recuperato, negli anni bisestili. 

Quest’anno, l’equinozio entrerà sabato 23 settembre alle 08.49, mentre nell’emisfero australe entrerà la primavera. Per gli amanti di astronomia, sono tanti i luoghi in cui veder sorgere o tramontare il Sole, nel giorno dell’entrata della nuova stagione.

Dove ammirare il cambio di stagione?

Ci sono luoghi davvero suggestivi dove attendere questo evento e si tratta di località sparse in tutto il mondo. Come nella catena montagnosa delle Ande, il Machu Pitchu, in cui è possibile ammirare la fine e l’inizio di una stagione grazie alla presenza della pietra Intihuatana, con la quale – secondo la tradizione tramandata nei secoli – gli Inca potevano prevedere l’entrata di inverno, estate, primavera o autunno.

Altro posto affascinante, è il Giappone, in cui, ad ogni entrata dell’autunno si celebrano i 24 Setsubun: ossia, si osserva la caduta delle foglie di acero, che determinano appunto l’ingresso di questa stagione. Per gli interessati, è bene armarsi di cannocchiale e notare il cambiamento della luce in cielo e veder l’entrata dell’autunno.

E inoltre, non dimentichiamo cheè bene cominciare a prendere gli abiti più pesanti, o le coperte perché tra poco le temperature tenderanno a diminuire per accogliere l’entrata dell’autunno, anche per prevenire qualche malanno dovuto all’aria che si rinfresca o alle piogge che cominceranno a cadere.

Impostazioni privacy