Come pulire la cappa della cucina: il metodo per eliminare il grasso rapidamente

Il metodo veloce e super efficace per eliminare il grasso e pulire la cappa della cucina così da ottenerla come nuova. Da provare!

pulizia della cappa
Pulizia della cappa della cucina (Canva) GRAZIA MAGAZINE.IT

Elettrodomestico importante da avere in cucina in quanto permette il ricircolo di aria impedendo in questo modo l’accumulo dei cattivi odori, la cappa è spesso sottovalutata nella sua importanza e di conseguenza ci si cura poco della sua manutenzione. Tuttavia la pulizia della cappa è un processo fondamentale se non vogliamo avere un piano cottura che non funziona come dovrebbe.

Occuparsi di questa parte della cucina vuol dire però avere a che fare con il grasso che evapora dalle pentole e che proprio lì si accumula, e come sappiamo eliminarlo non è cosa da poco. Come pulire allora la cappa della cucina così da averla perfettamente funzionante? C’è un metodo semplice ma efficacissimo che ve la restituirà come nuova.

Il trucco per pulire la cappa della cucina, così sarà perfetta in pochissimo tempo

smontare cappa della cucina
Smontaggio griglia della cappa (Canva) -GRAZIA MAGAZINE.IT

Quando si parla della pulizia della cappa, per quanto possa sembrare strano, bisogna cominciare dalla parte esterna. È qui, infatti, che si accumula la maggior parte dello sporco, il che vuol dire che una volta sistemata questa il resto sarà più semplice.

A seconda poi del materiale di cui è fatta la cappa dovremo dotarci di appositi detersivi; se questa è in acciaio possiamo pulirla con acqua calda e aceto bianco per poi asciugare il tutto con un panno morbido in modo da non lasciare aloni. Se la cappa della nostra cucina è in vetro temperato, invece, può bastare anche solo un panno inumidito di acqua calda e sapone per piatti. Infine, il legno in questo caso possiamo creare noi in casa un detersivo delicato ad ho fatto con mezzo litro di acqua, un bicchiere di aceto bianco e qualche goccia di sapone per piatti.

Per quanto riguarda le griglie interne che proteggono i filtri, queste vanno o smontate se sono molto sporche e lasciate in ammollo in acqua calda e aceto oppure se le puliamo spesso, cioè una volta a settimana, può andar bene anche un panno in microfibra inumidito con acqua calda e bicarbonato.

aceto e limone
Aceto e limone per le pulizie (Canva) GRAZIA MAGAZINE-IT

Per concludere, la parte interna; una volta eliminati i filtri che vanno poi sostituiti bisogna creare una soluzione con acqua calda, aceto bianco e bicarbonato da vaporizzare poi sulla parte interna. Una volta che l’avremo lasciata agire qualche minuto potremo ripulire con un panno in microfibra e rimontare il tutto. Ricordiamoci che la cappa va pulita almeno una volta al mese in maniera approfondita se usiamo molto la cucina.

Impostazioni privacy