Abruzzo, 5 laghi tutti da scoprire: una meraviglia per gli occhi – FOTO

Estate in Abruzzo? Non solo mare o montagna, i 5 laghi da scoprire e ammirare con le esperienze da non perdersi per una vacanza indimenticabile.

Abruzzo laghi
Il Lago di Scanno visto dall’alto (Canva) GRAZIA MAGAZINE.IT

Regione tra l’Adriatico e gli Appennini, l’Abruzzo è il luogo ideale per una vacanza ricca di stimoli che passa dai trabucchi sulle rive del mare alle vette del Gran Sasso, passando per i magnifici laghi e alcuni dei borghi più belli d’Italia.

Ma se le mete di mare come quelle di montagna sono bene conosciute, poco noti sono invece i laghi e in particolare i loro scorci con acqua cristalline e paesaggi mozzafiato che meritano di essere visitati. Sono almeno 5 i laghi abruzzesi che meritano una visita durante questo periodo dell’anno: scopriamoli!

Laghi d’Abruzzo, tra bandiere blu ed escursioni da non perdere

laghi d'abruzzo
Scorcio del lago di Campotosto (Instagram) GRAZIA MAGAZINE.IT

Il più famoso, anche dal punto di vista turistico, dei laghi d’Abruzzo è quello di Scanno; lago montano situato a 922 metri sul livello del mare è anche il più grande dei laghi naturalistici. Nel 1919 ha anche ottenuto la bandiera blu per la tutela delle acqua. La particolarità di questo lago è la sua caratteristica forma a cuore, che lo lega anche alla leggenda di Pietro Baialardo e Fata Angiolina per cui è conosciuto anche come il lago romantico.

È, invece, attorniato da montagne rocciose il lago San Domenico da cui scorci è possibile ammirare anche l’omonimo eremo, zona presso cui soggiornò intorno all’anno Mille il monaco benedettino San Domenico. In questo caso si parla di un piccolo bacino artificiale, creato per produrre energia idroelettrica. Qui la flora e la fauna vivono indisturbate e dal lago è possibile addentrarsi nelle zone più interne dove si trovano anche le cascate della Sorgente di Sega.

Altro lago di originale artificiale situato nel Parco Nazionale d’Abruzzo è il lago di Barrea, lungo le rive del lago si affacciano diversi borghi caratteristici ed è possibile anche trascorrere giornate di relax su spiaggette attrezzate.

Si parla di vera e propria riserva naturale per il la zona che circonda il lago di Campotosto, si tratta del più grande lago della regione situato a 1313 metri sul livello del mare. Qui è possibile non solo fare il bagno nelle sue acque ma anche partire per percorsi di trekking oppure mountain bike, ma fare anche equitazione.

lago san domenico
Eremo del lago San Domenico (Instagram) GRAZIA MAGAZINE.IT

Infine, il lago di Penne bacino artificiale creato negli anni ’80 e che si è rivelato particolarmente importante e utile per la fauna locale. Nelle sue vicinanze è poi possibile visitare: l’orto botanico, il giardino delle farfalle e il museo naturalistico “Nicola de Leone”.

Impostazioni privacy